“Dovrò pagare qualche tassa?”

  • 08 agosto 2014
  • 19292x

Come comportarsi con le tasse e dazi nel trasporto internazionale

Sempre più spesso stiamo ricevendo domande circa l’ammontare di tasse da pagare sulla consegna in paesi diversi. Per riuscire a districarsi nel groviglio di tasse, bisogna fare una cosa.

Leggi le seguenti righe.

Tasse e dazi quando spedisci all’estero

La principale questione è se la tua spedizione viaggia dentro l’Unione Europea - o no.

  1. Trasporto dentro l’Unione Europea
    In questo caso è facile - non devi pagare quote, tasse o dazi. Tutte le nazioni dell’Unione Europea condividono un mercato unico. Conveniente, non trovi?
  2. Trasporto fuori dall’Unione Europea
    Qua il tutto diventa un pó più complicato. Devi tenere in conto del fatto che il destinatario potrebbe dover pagare tasse o dazi, importo IVA o altre tasse d’importazione.

Di cosa sto parlando esattamente?

  • Dazi – quota per l’importazione della spedizione in un determinato paese. Il totale dei dazi, dipende dal prezzo dei beni (“aliquota ad valorem”) sul suo totale, indipendentemente dal valore (“aliquota specifica”) oppure dai due criteri insieme (“aliquota mista”).
  • Iva Importazione – la tassa sul valore aggiunto la quale dipende dal valore dei dazi di tutti gli oggetti contenuto nella spedizione.
  • Altre tasse d’importazione – Queste sono principalmente tasse locali in ogni nazione.

Tante nazioni, altrettante dogane e relative tasse.

Ogni Nazione ha le sue proprie leggi circa tasse e dazi. In certe nazione si dovranno pagare delle tasse molto alte, in altre saranno leggere. Ogni nazione ha la sua propria “black list” cioè la lista dei beni che non possono essere importati. Sarebbe impossibile scrivere qua tutti i dettagli circa le tasse e i dazi di tutte le nazioni.

Ecco una buona lista dei link dove puoi trovare i regolamenti delle nazioni più “gettonate” per quanto riguarda le spedizioni

China, USA, Japan, Australia, Russia, Mexico, Cuba

Ci sono inoltre alcuni calcolatori disponibili sul web per calcolare un importo approssimativo delle imposte. Questa è la nostra raccomandazione  Duty Calculator

Documenti necessari per un’autorizzazione?

Se mandi un pacco fuori dall’Unione Europea devi, come mittente, allegare una fattura commerciale. La fattura serve come base per l’ufficio della dogana. Contiene i dati sul mittente e il destinatario e la descrizione e i codici dei beni. Se la spedizione nn ha nessun valore di mercato (ovvero il suo contenuto non è destinato a essere immesso in commercio), la fattura allegata è denominata “fattura pro forma”

Informazioni utili:

  • Descrizione dettagliata del contenuto – per esempio invece di “parti di ricambio per autovetture” dovresti indicare l’esatto prodotto, per esempio “faro fendinebbia frontale”

  • “Effetti personali” – non indicare il contenuto della tua spedizione con questa descrizione, ti esponi al rischio che il tuo pacco non passi il controllo dell’ufficio della dogana di una certa nazione; è necessario indicare ogni oggetto e la sua quantità.

  • Oggetti proibiti – quando ivii oggetti proibiti è più che probabile che la spedizione venga rimandata indietro o fermata durante il suo percorso.

Ti fa girare la testa? Non è necessario. Se spedisci con Teahouse, ci prenderemo cura di tutti questi documenti per te - gratis.

Voglio spedire.

Comments